ORDINANZA REGIONALE n. 537 del 30 aprile 2020

Stabilisce specifiche indicazioni valide per la Lombardia dal 4 al 17 maggio 2020 a integrazione di quanto previsto dal DPCM del 26 aprile 2020.

Data:
02 Maggio 2020

La nostra fonte sicura: www.regione.lombardia.it

Il testo dell'ordinanza si trova anche qui allegato.

Nell’Ordinanza sono confermate: l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine o indumenti utili a coprire naso e bocca e alcune disposizioni per i mercati all’aperto, per il commercio al dettaglio e per altre attività economiche.

Il 30 aprile il Presidente Attilio Fontana ha firmato anche l'Ordinanza regionale n. 538 per la regolamentazione del trasporto pubblico locale, con validità dal 4 maggio al 31 agosto.

Disposizioni valide in Lombardia dal 4 al 17 maggio 2020:

Mascherine
La mascherina non è obbligatoria per i bambini fino ai sei anni, per i portatori di forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e per le persone che interagiscono con loro.

Commercio al dettaglio
L’accesso alle attività commerciali al dettaglio è consentito a un solo componente per nucleo famigliare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani.  Gli esercenti devono mettere a disposizione dei clienti guanti monouso e idonee soluzioni idroalcoliche per le mani prima dell’accesso all’esercizio.

Mercati 
I comuni possono riaprire uno o più mercati scoperti per la vendita di prodotti alimentari a patto che garantiscano l’osservanza delle misure di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza previste nell’ordinanza. I mercati coperti possono aprire (per la sola vendita delle merci consentite) a condizione che il Sindaco adotti e faccia osservare un piano per ogni specifico mercato.
Restano sospese le sagre e le attività di vendita dei prodotti non alimentari nei mercati scoperti.

Altre attività economiche
È consentita la prosecuzione dell’attività per gli alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero ed è consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali da compagnia, purché il servizio sia svolto per appuntamento senza contatto diretto tra persone.
I concessionari di slot machines devono bloccarle e gli esercenti devono disattivare monitor e televisori di giochi, a prescindere dalla tipologia di esercizio in cui tali apparecchi sono presenti.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 05 Novembre 2020